Miti e fatti

Mito: i bambini con Disturbo Oppositivo Provocatorio sono semplicemente maleducati e possono essere aiutati con un sistema di regole rigido e direttivo.
L'anomalia del comportamento causa compromissione clinicamente significativa del funzionamento sociale, scolastico, lavorativo. Pertanto i bambini Dop esprimono e vivono un malessere molto forte che necessità di un intervento terapeutico specifico.

Mito: il Disturbo Oppositivo Provocatorio  non è un vero disturbo perché non diagnosticabile da esami strumentali.
Tutti i disturbi del comportamento sono diagnosticati sulla base di sintomi specifici e per nessuno  di esse è attualmente disponibile una specifica indagine clinica, esistono  tuttavia una serie di procedure che prevedono test, interviste e colloqui che aiutano  gli esperti a fare  diagnosi.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile