Quali sintomi presenta?

Analizzando nello specifico i criteri diagnostici si osserva:
- un pattern di umore arrabbiato/irritabile,
- un comportamento polemico/provocatorio,
- vendicatività .
Ciò deve sussistere per un periodo di almeno 6 mesi in cui si è verificata la presenza di almeno 4 sintomi in interazione con almeno una persona che non siano i fratelli.
E' importante sottolineare che la persistenza e la frequenza della sintomatologia sono dei fattori fondamentali  per distinguere il disturbo dal comportamento ai limiti della norma in relazione alle tappe di sviluppo, genere e cultura. Inoltre L'anomalia del comportamento deve essere associata a una presenza di stress nell'individuo o negli altri nel suo contesto sociale (famiglia, gruppo dei pari, colleghi di lavoro) o impatta negativamente nell'area sociale, scolastica, lavorativa o in altre importanti aree di funzionamento.
Infine, per un inquadramento diagnostico corretto, la sintomatologia descritta non deve verificarsi esclusivamente durante il decorso di un Disturbo Psicotico, di Disturboda Uso di Sostanze, di un Disturbo Depressivo o Disturbo Bipolare e non devono essere soddisfatti i criteri per Disturbo di Disregolazione emotiva e con Disforia (DMDD)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile