GIUNGONO A CONCLUSIONE LE GIORNATE DI NEUROPSICOLOGIA DELL'ETA' EVOLUTIVA

loc bress

23 gennaio brixenCon la sessione del 23 Gennaio si è aperta la XIV edizione delle "Giornate di Neuropsicologia dell'Età Evolutiva

Il tema della prima giornata ha riguardato i "profili individualizzati per l'intervento nei disturbi dell'apprendimento".  Nel primo intervento la Dott.ssa  S. Mascheretti ha esposto quali sono gli effetti identificabili dai geni al comportamento.

Il secondo intervento a cura della Dott.ssa S. Spoglianti ha riguardato il profilo  neuropsicologico e l'intervento sulla letto-scrittura, dando peso all' importanza dell'integrazione fra obiettivi sulle competenze e processi cognitivi di base.
Dopo la pausa, la dott.ssa F. Costanzo ha illustrato il trattamento con stimolazione cerebrale non invasiva nei disturbi dell'apprendimento, evidenziando le caratteristiche individuali e i predittori degli effetti.
La sessione si è conclusa con il prof. Facoetti  con il tema "testare il senso dei profili individuali nei DSA mediante trattamenti attenzionali".

 

24 gennaioLa sessione della seconda giornata è stata coordinata dal Dott. Marzocchi che ci ha illustrato il tema giornaliero:"identificazione di fattori di rischio per l'identificazione precoce dei disturbi del neurosviluppo".

Il primo intervento, condotto  dal Dott. Crippa, ha illustrato gli indicatori precoci e la diagnosi nel disturbo dello spettro autistico.

Il secondo intervento, a cura della Dott.ssa Cantiani, ha interessato i disturbi del linguaggio, dell' apprendimento e della comunicazione, i fattori di rischio elettrofisiologici e le traiettorie di sviluppo nei primi 3 anni di vita.

Dopo la pausa, la  Dott.ssa Tobia, ha argomentato i prerequisiti dell'apprendimento della matematica, dando importanza ai segnali di rischio supportati da interventi evidence based.

L'ultimo intervento di questa sessione é stato tenuto dal Dott. Marzocchi e ha avuto come tema i fattori di rischio e gli indici predittivi dei disturbi dell'attenzione e del comportamento in età prescolare.

25 gennaioLa terza sessione delle giornate di Neuropsicologia dell'età evolutiva è stata coordinata dal Dott. Rinaldi e dal Dott. Marini.  L'apertura è stata condotta dal Dott. Rinaldi che ci ha introdotto al tema del "bilinguismo e del disturbo del linguaggio".
Il primo intervento, a cura della Dott.ssa Roch, ha interessato il profilo linguistico dei bambini bilingue minoritari in età scolare con sviluppo tipico e atipico.
Nel secondo intervento, la Dott.ssa Bonifaci ha approfondito l'argomento dei disturbi del linguaggio e dell'apprendimento in bambini bilingui minoritari. La dott.ssa, inoltre, ha sottolineato che il bilinguismo non costituisce fattore di rischio per lo sviluppo di disturbo di linguaggio o di apprendimento.
Il penultimo intervento, a cura della Dott.ssa Gatt, ha interessato i fattori di rischio e di protezioni per il bilinguismo precoce.  La sessione si è conclusa con il Dott. Marini che ha illustrato le caratteristiche del disturbo linguistico in bambini bilingui con disturbo di linguaggio.

Questa ricca giornata si è chiusa in serata con una tavola rotonda dedicata proprio alla valutazione e al trattamento dei bambini bilingui. Sono intervenuti il Dott. Rinaldi, il Dott. Marini, Dott. Farabolini e la Dott.ssa Stefanini.

Le "Giornate di Neuropsicologia dell'Età Evolutiva", organizzate dall' 'U.O.C. di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza dell'Ospedale Bambino Gesù, l'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR, la Libera Università di Bolzano e l'Istituto Rete, anche per il 2019 hanno proposto un programma ricco di interventi di interesse scientifico e clinico per la neuropsicologia dell'età evolutiva nel panorma nazionale.

Il convegno si è tenuto dal 23 al 26 Gennaio 2019 presso la Casa della Gioventù, Università di Padova con sede a Bressanone, Via Rio Bianco, 12.

Le giornate si sono focalizzate sulle novità di ricerca nel campo della diagnosi e della riabilitazione dei disturbi neuropsichiatrici e neuropsicologici dell'età evolutiva e sull'applicazione di tali novità nella pratica clinica

Il programma ha previsto simposi sulle seguenti tematiche: profili individualizzati per l'intervento nei Disturbi Specifici di Apprendimento, fattori di rischio per diagnosi precoce dei disturbi del neurosviluppo in età prescolare, bilinguismo e disturbi di linguaggio, disprassia verbale e disturbi di linguaggio. 

Inoltre, si è tenuta una tavola rotonda in cui è stato possibile confrontarsi apertamente sul tema del bilinguismo. 

Clicca qui per scaricare il programma.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile