Nave Italia per l'autismo

L’Autismo in mare: una barca per tutti

Nave Italia per l'autismo

15 ragazzi autistici vogliono salpare in mare con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Tender to Nave Italia Onlus. Per farlo, hanno bisogno del tuo aiuto.

Alzarsi, preparare la colazione, rifare le cabine letto e pulire le stoviglie tutto sul brigantino a vela più grande del mondo. Poi tutti sul ponte per studiare il fitto programma della giornata all'insegna della vita di mare. Attività affascinanti che per questi ragazzi rappresentano una grande conquista d'indipendenza, la prima esperienza - per molti di loro - lontano dalle attenzioni della famiglia.

Alcuni pazienti dell'Ospedale Bambino Gesù (provenienti dai reparti di patologie metaboliche e neurologia)  hanno già avuto questa opportunità affascinante quanto costruttiva che ha permesso loro di vedere nuovi orizzonti. I risultati ottenuti negli scorsi anni inducono l'Ospedale a voler ripetere questa straordinaria esperienza a vantaggio di 15 ragazzi affetti da disturbi neuro comportamentali.

L'obiettivo principale è, oltre quello di accendere i riflettori sul tema dell'autismo, di regalare ad un gruppo di ragazzi una esperienza unica che possa divenire modello di autonomia e integrazione.  Vivere in barca per una settimana consentirà ai nostri ragazzi di provare le loro competenze intellettive, empatiche e di rappresentazione degli stati mentali altrui, di ridurre la rigidità cognitiva, e di favorire l'adattamento alle condizioni esterne. 

Per aiutare a realizzare il sogno di questi futuri marinaretti basta fare una donazione intestata a Fondazione Bambino Gesù Onlus  tramite 

conto corrente bancario IBAN IT88 J020 08053 65000 400215758 - Agenzia 61 Unicredit Banca di Roma.
conto corrente postale  1000425874 
Causale: Autismo in mare

 


Vedi anche

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile