Tourettes Rocks: la musica che unisce

Giovani ragazzi con Sindrome di Tourette realizzano il loro sogno di diventare cantanti e musicisti rock

Tourettes RocksLa sindrome di Tourette è un disturbo neurologico caratterizzato da tic motori e vocali e colpisce ad oggi circa 250.000 bambini e ragazzi italiani tra i 6 e i 20 anni di età. Questa malattia trova nel periodo adolescenziale la sua manifestazione più evidente, con importanti ricadute sul tono dell'umore e sull'immagine di sé, giocando a sfavore delle relazioni interpersonali. Per questo motivo è di particolare importanza incentivare interventi alternativi e innovativi, anche in campo artistico, da affiancare alle terapie di provata efficacia come quella farmacologica e quella cognitivo-comportamentale. Tali iniziative devono nascere con lo scopo di demedicalizzare la patologia e fornire ai giovani valide strategie di problem solving per le loro difficoltà, soprattutto nelle relazioni con i pari.
Un esempio perfetto di questo modo di vivere la malattia è il nuovo programma televisivo "Tourettes Rocks", ideato in Inghilterra, trasmesso negli scorsi mesi anche in Italia dalle reti Sky. In questo talent show inglese un gruppo di adolescenti con grande talento per la musica, ma affetti dalla Sindrome di Tourette, lavorano duramente puntata dopo puntata l'uno accanto all'altro, sulle loro doti artistiche come su loro stessi, fino ad arrivare alla desiderata esibizione finale in un concerto rock dal vivo, come hanno sempre sognato. L'obiettivo del programma è permettere a questi ragazzi di usare la loro passione, la musica, per scoprire in loro stessi nuove e inesplorate potenzialità , facendoli trasformare, come in una piccola magia, in artisti famosi per una sera soltanto. Alla base di questo programma innovativo c'è dunque una nuova visione della patologia e un valore fondamentale che i pazienti devono poter condividere, il voler essere molto più che un semplice ragazzo malato. Tale valore deve essere assunto come fondamenta per la costruzione di nuovi modelli riabilitativi integrati, in cui affiancare alle classiche terapie consigliate dalle linee guida, altri interventi più demedicalizzati, magari in piccoli gruppi di pari, come la musica,  il teatro o lo sport.

 

Per vedere lo spettacolo finale di questi talentuosi ragazzi:
http://skyuno.sky.it/skyuno/news/2014/09/17/tourettes_rocks_lancio_.html

 


Vedi anche

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile