La Mindfulness in Età Evolutiva

mindfulnessLa Mindfulness, o pratica della consapevolezza, è una forma di allenamento mentale di tradizione buddhista che consiste nel prestare volontariamente attenzione a quello che accade nel proprio corpo e intorno a sé, momento per momento, ascoltando accuratamente le proprie percezioni sensoriali, le formazioni mentali (ad es. la rabbia o il dolore) e gli oggetti della mente (ad es. si è arrabbiati con qualcuno o tristi per qualcosa).
La pratica della mindfulness si è dimostrata efficace nella riduzione dello stress e dei sintomi centrali di alcuni disturbi psichiatrici, come i disturbi d'ansia e i disturbi del tono dell'umore, sia in età adulta che in età evolutiva.
Da oltre un decennio è in progressivo aumento l'utilizzo in età evolutiva di programmi basati sulla mindfulness nel trattamento psicoterapeutico dell'ansia e sono numerosi gli studi scientifici che ne dimostrano l'efficacia (Cotton et al, 2015; Simkin et al., 2014, Biegel et al., 2009). La mindfulness, infatti, può essere insegnata anche in età evolutiva, seppur con particolari accorgimenti (modalità e tempi possono essere differenti), a partire dai 5 anni d'età: si aiutano i bambini a diventare consapevoli del proprio corpo e delle proprie emozioni. I benefici non riguardano solo i sintomi ansiosi, ma anche quelli somatici, depressivi, e questi si accompagnano ad un miglioramento della capacità attentiva e ad un aumento dell'autostima, con un mantenimento dei risultati anche a lungo termine.
Recentemente l'utilizzo della mindfulness ha trovato spazio in contesti più informali e meno istituzionali e viene impiegato nelle scuole con bambini a sviluppo tipico. In una recente review Bostic e colleghi (Bostic et al., 2015) sottolineano che insegnare a praticare la mindfulness a bambini e adolescenti nelle scuole, può portare importanti benefici fisici e mentali, e li può aiutare nella gestione dello stress.
Questi studi sostengono dunque l'importanza di applicare le tecniche di mindfulness già precocemente in età evolutiva, in un'epoca cruciale per lo sviluppo di molte competenze, non solo per intervenire in situazioni di difficoltà comportamentale e di problematiche di salute mentale, ma anche per rafforzare alcune capacità neuropsicologiche ed emotive di bambini con uno sviluppo sano.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile