Attività computerizzate a scuola

dsa e computerNegli ultimi anni, nell'ambito del contesto scolastico internazionale, è sempre più frequente l'inserimento di tecnologie informatiche innovative come supporto agli apprendimenti (Aleven, Beal, &Graesser, 2013). Questo avviene grazie al contributo degli studi che hanno mostrato come la tecnologia informatica migliori le competenze nelle discipline scolastiche come la matematica e come esse forniscano un valido strumento per le esigenze degli studenti con disturbi dell'età evolutiva (Li & Ma, 2010; Dynarski et al., 2007; Cheung &Slavin, 2012). Nel 2005 Pearson et al. hanno identificato come l'inserimento di strumenti tecnologici nella scuola media porti importanti benefici sulla comprensione del testo di tutti gli studenti e, in misura meno significativa, anche sui ragazzi con disturbo dell'apprendimento.
Recentemente Berninger et al. (2014) hanno valutato l'efficacia dell'utilizzo del computer in 35 bambini e ragazzi con pregressa diagnosi di disgrafia, dislessia e difficoltà nella produzione scritta e orale. I partecipanti al momento della raccolta dei dati frequentavano dalla IV elementare al I anno di scuola superiore. Gli studenti hanno preso parte a 18 lezioni, di due ore ciascuna, in cui venivano presentate attività di insegnamento al computer mirate al miglioramento del tratto grafico, della conoscenza delle regole ortografiche e della morfosintassi.
Per valutare l'efficacia del trattamento sono state proposte prove standardizzate prima e dopo le lezioni. I risultati hanno mostrato che tutto il campione ha avuto un miglioramento nelle tre aree indagate. Gli studenti hanno avuto miglioramenti nelle loro aree di debolezza presenti alla diagnosi.

Per approfondimentoBerninger V W, Nagy W, TanimotoS, Thompson R and Abbott R (2014), Computer instruction in handwriting, spelling, and composing for students with specific learning disabilities in grades 4e9, Computers & Education 81, 154-168 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25378768.

 

 


Vedi anche

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile